EcoSport: biocarburanti per il Rally dal 2009

Dal 2009 WRC a biocarburanti

Abbiamo parlato più volte di come il mondo dei motori stia cercando di darsi una faccia più ambientalista, o forse di lavarsi la coscienza dalle sue evidenti colpe di sport inquinante. Abbiamo parlato ad esempio di come la FIA abbia investito in progetti di riforestazione per annullare le emissioni dei campionati di Formula 1 e di Rally, e ricordo molti commenti di persone che dicevano che l'azzeramento delle emissioni era giusto un palliativo, e si chiedeva di più, come motori più efficienti e utilizzo di biocarburanti. Ebbene eccovi accontentati.

La FIA (Federazione Internazionale dell'Automobile) ha da tempo espresso la sua volontà di introdurre soluzioni per ridurre i consumi di carburanti, spero non solo spinti dalle necessità di molte squadre di ridurre i costi in Formula 1 per poter sopravvivere. Già c'è stata una dichiarazione di intenti di introdurre sempre nel campionato di F1 biocarburati e motori turbo più efficienti dal 2011, già sono stati fatti esperimenti di utilizzo di biocombustibili in alcune serie minori (ad esempio nella F 1,6 Monza) e nella Formula Indy.

A continuare su questa scia di concretizzazione di tante belle parole, vi riporto la notizia di un mesetto fa che da 2009 il Campionato Mondiale di Rally utilizzerà biocombustibili.
Il fornitore unico, la Shell, ha vinto la gara per la fornitura del carburante per il periodo 2008-2010, e per il primo anno continueranno ad utilizzare il carburante fornito finora, per poi sostituirlo con uno nuovo che sarà ecologico e permetterà la riduzione delle emissioni di CO2.
Ovviamente non posso che rallegrarmi. In attesa del 2011, mi pare che piano piano l'immagine che il mondo dei motori ha sempre dato di sé (ostentazione di potenza, velocità e spreco, tra le altre cose) stia cambiando verso una immagine più verde e responsabile. O almeno spero!

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: