EcoSport: baseball verde per gli USA

EcoSport: baseball verde negli USA
Oggi parliamo di un altro sport che a piccoli passi si sta dando un'aria un po' più ambientalista. Negli Stati Uniti, dove il Baseball è sport nazionale, sempre più squadre stanno adottando misure (piccole o grandi) per migliorare la propria "performance ambientale" e soprattutto sensibilizzare i fans. Vi faccio un breve excursus.

Cominciamo con i San Francisco Giants che hanno installato 590 pannelli solari sulla copertura del viale che porta all'interno del loro stadio. L'iniziativa, per stessa ammissione dei dirigenti della squadra, è più che altro simbolica e dimostrativa. L'energia prodotta non sarà utilizzata nell'impianto ma immessa nella rete. Ma i pannelli sono stati messi in una posizione molto visibile dalle migliaia di fans che entrano nello stadio e dalle televisioni che riprendono le partite, in modo da promuovere le energie rinnovabili.

Passiamo ai Colorado Rockies (scusate se non vi spiego dove giocano tutte queste squadre, il campionato di Baseball americano è una cosa alquanto complicata e non mi ci sono impegnata troppo a dire il vero...). Anche loro hanno in programma di installare pannelli solari sul proprio stadio, seppur in quantità minore. Solo 46 per una produzione di 14mila kwh, sufficiente solo per alimentare la bacheca elettronica dello stadio. Certo non è molto, ma anche in questo caso l'intento è più che altro dimostrativo. Nella bacheca ci sarà uno spazio che mostrerà quanta energia consuma la bacheca e di contro quanta ne producono i pannelli, oltre a spiegazioni varie su come funzionano i pannelli e cos'è l'energia solare.

Un paio di esempi un po' più concreti.
I Whashington Nationals stanno costruendo un nuovo stadio che rispetterà vari criteri ambientali. A cominciare dall'utilizzo nella sua costruzione di materiali riciclati, lo stuadio avrà un sistema di illuminazione ad alta efficienza, un sistema di riduzione dei flussi di acqua per limitare uso e sprechi, e un sistema di raccolta e riutilizzo dell'acqua piovana.
I Cincinnati Reds hanno invece investito in progetti di produzione di energia rinnovabile per annullare le emissioni della loro giornata di apertura della stagione.

Come ultima chicca, durante l'ultima edizione dell'All Star Game il giocatore che si è distinto con la migliore prestazione ha ricevuto in premio un'auto, come di consueto, la novità è che l'auto di quest'anno è ibrida.

Ora, Whashington a parte, mi rendo conto che gli altri esempi facciano abbastanza sorridere noi ambientalisti veraci europei. Ma credo che il punto sia proprio questo. Il pubblico americano è molto meno abituato di quello europeo a sentire parlare di energie rinnovabili, cambiamenti climatici e altri temi ambientali, abilmente evitati dai politici per non creare allarmismi all'economia degli USA. Quindi anche se apparentemente inutili, ben vengano a mio parere i pannellini solari che alimentano le bacheche di uno stadio frequentatissimo che spieghino che l'energia solare è cosa buona e giusta a chi nemmeno sa cos'è.

via | Treehugger

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: