Harry Potter: i problemi dei centauri

Centauri e stress in Harry Potter e l'ordine della Fenice

Nel film Harry Potter e l'ordine della Fenice Hagrid, portando i ragazzi nel bosco, si lamenta di come i centuari siano diventati irrequieti da quando il loro territorio e' stato ristretto dal Ministero della Magia.

Che la riduzione dello spazio vitale provochi aggressività e' stato dimostrato nei topi e in moltissimi animali da allevamento. Non per nulla si spuntano i becchi dei polli allevati in spazi ristretti.
In un pollaio si instaura un "ordine di beccata", ovvero un ordine gerarchico tra gli individui in cui il sottomesso riceve beccate dai superiori. In un pollaio "all'antica" questo processo non provoca danni, ma se mettete 1000 polli in un capannone dove ognuno di loro ha pochi centimetri quadrati a disposizione per girarsi, le beccate vi rovinano la merce. Tagliare il becco ai polli e' una misura di limitare a valle i danni senza rimuoverne le cause; protegge il business, non certo il benessere psicologico dei polli.

Tornando al film, non appena i centuari riescono a mettere le mani su Dolores Umbridge (emissario del Ministero della Magia), vendicano su di lei la loro rabbia. Non si sa esattamente che cosa le facciano (sembra nulla di fisico), ma il giorno dopo, quando l'inquisitrice viene ritrovata, i segni di un profondo trauma sono evidenti. Altre curiosità su Harry Potter le trovate su cineblog.it

Ultima cosa, essendo stati realizzati in computer grafica e non impersonati da "veri" centauri, nessuno di loro ha sofferto durante le riprese. Non sono nemmeno stati uccisi unicorni (come nell'immagine, presa da Harry Potter e la pietra filosofale).

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: