Non solo Live Earth. Nel Salernitano il Powerstock Festival

Chitarra elettrica

Non sarà all’altezza del Live Earth, ma il Powerstock Festival io non me lo perderei. Dal 26 al 28 luglio sotto lo scenario del Parco Eolico di Albanella, in Provincia di Salerno, tre serate di concerti dove la musica continua ad essere il veicolo per raggiungere le masse con il messaggio: salviamo la terra dall’emergenza ambientale. A salire sul palco nomi come Jean Michel Jarre, Moby, Almamegretta, Mr Oizo e Planet Funk! Il titolo dell’evento ha un senso: non solo il ricordo del grande raduno di Woodstock simbolo del messaggio Peace and Love ma c’è di più. Come spiegano gli autori la parola “powerstock“ proviene dalla difficoltà che incontrano le attuali tecnologie nello “stoccare” quantità sufficienti di energia prodotta da fonti rinnovabili e di acqua, la risorsa naturale che è letteralmente il vero “stock” che ci da la vita.

E come ogni concerto ambientalista che si rispetti il Powerstock Festival prevede un percorso per l’abbattimento delle sue emissioni. Alle spalle dell’evento la società AzzeroCO2 creata da Legambiente, Kyoto Club e dall’Istituto di ricerche Ambiente Italia: l’azienda propone a enti pubblici e privati soluzioni per svolgere le proprie attività azzerando le emissioni di gas serra. Molte altre le iniziative “eco” dell’evento: per quanto riguarda i rifiuti sarà organizzata la raccolta differenziata durante le tre serate e quanto raccolto verrà trattato da aziende specializzate; la carta utilizzata per la comunicazione è riciclata e tutto lo staff si muoverà con auto e scooter ibridi.

I biglietti si possono acquistare on line sul sito ticketone oppure nelle biglietterie Ticketone o ETES. Il prezzo è di 35 euro per le serate del 27 e 28 luglio e 45 per quella del 26. I pacchetti di due o tre giorni permettono di risparmiare qualche euro: 100 euro è il costo per tutto il Festival e 60 euro per i due giorni del 27 e 28.

Via | Powerstock Festival

  • shares
  • Mail