EcoVip: Leonardo di Caprio

Leonardo di Caprio fa film ambientalisti Su Leonardo di Caprio bisognerebbe scrivere una enciclopedia verde. Bè forse esagero, ma di materiale lui ne fornisce parecchio, fa quasi concorrenza al suo maestro Al Gore. Pensatela come vi pare sulle sue capacità di attore e di rubacuori (io lo trovo un grande attore e non tra i più belli che ci sono in giro), ma come ambientalista non ci sono dubbi. Oltre ai suoi comportamenti personali, Leo sta cercando di trasformare la sua passione ambientalista in una specie di missione educativa, ovvero far capire agli altri cosa fare per salvare Madre Terra, e lo fa attraverso il suo lavoro.

Primo, Eco-Town, ovvero città ecologica. È il nome di un reality show che sta mettendo in piedi. Lo scopo del reality è proprio quello di convertire una città in una eco-città, secondo criteri di bioarchitettura e risparmio energetico in risposta ai cambiamenti climatici, impiegando architetti, pianificatori territoriali, operai e quant’altro serva a ristrutturare una città secondo criteri ambientalisti. Una serie in 13 parti che si svolgerà nella piccola cittadina di Greensburg (ovviamente!) in Kansas, che è stata devastata da un tornado lo scorso maggio. La rete che manderà in onda questo reality sarà nientemeno Planet Green, un nuovo canale a sfondo ambientalista del gruppo del Discovery Channel.

Bene, se questo non vi è bastato, parliamo del suo prossimo film, “The 11th hour”, la 11esima ora, presentato a Cannes e nelle sale americane dal 17 agosto. L’undicesima ora, ovvero la penultima ora, l’ora in cui ancora si può fare qualcosa prima che sia troppo tardi. Un film-documentario in cui vengono intervistati una serie di personalità pubbliche del mondo politico e scientifico sullo stato del pianeta (Gorbachev e Wangari Maathai, per dirne un paio), e si trattano praticamente tutti i temi ambientalisti più scottanti, dall’inquinamento delle acque all’erosione del suolo, dal taglio delle foreste alla crudeltà sugli animali e alla desertificazione. Ecorazzi (un blog di ecopaparazzi americano) lo ha definito “un film come il Titanic, solo che a bordo ci siamo tutti”. E con un messaggio politico molto chiaro, siate convinti di quello che fate, di cosa e quanto comprate, per chi votate.
Sul suo “eco-sito inernet” (come lo chiama lui) trovate il trailer, in inglese.
Ovviamente il film è corredato di sito internet con informazioni e consigli vari, oltre allo spazio per inviare filmati e notizie su come noi cittadini stiamo operando per ridurre il nostro impatto ambientale. E c’è pure un giochino ambientalista!

Sempre sui siti ufficiali di Leo (oltre all'eco-sito c'è quello "normale") si trovano altri due brevi filmati fatti e narrati da lui, uno si chiama Global Warming (riscaldamento globale), l’altro Water Planet (un pianeta di acqua), vi lascio immaginare il contenuto. Ovviamente sull’eco-sito di Di Caprio ci sono delle pagine che trattano vari argomenti ambientalisti, tra queste una sezione apposta per tirare le orecchie al peggior presidente ambientalista della storia degli Stati Uniti George W. Bush.

Dopo aver letto che ha pure proposto di far diventare la Festa del Papà “verde” con tanto di bigliettini e regali ecologici, e che preferisce lo scooter alla macchina, ho deciso che mi fermo qui che sono quasi stanca da tutto questo ambientalismo. Ma ‘sto Leo non era solo un belloccio biondo dagli occhi blu buono per fare impazzire le ragazzine?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: