Quanta acqua serve per irrigare?

programmazione delle irrigazioni in Toscana. foto aurorasoulL'ARSIA della Regione Toscana ha messo on line un simulatore (AgroAmbiente.info) che suggerisce la quantità di acqua necessaria allo sviluppo ottimale delle coltivazioni.

In base alla località, al tipo di suolo, al tipo di coltivazione, alle date di semina/trapianto e, ovviamente, ai dati storici relativi alle piogge naturali, si possono ricavare i mm di acqua da spargere sui propri campi.
Il servizio e' utilissimo per evitare gli sprechi idrici.

Ad esempio, se avete un campo di cocomeri in provincia di Firenze, con suolo argilloso, la simulazione vi dice: "La simulazione del bilancio idrico segnala l'assenza di condizioni di stress. L'evapotraspirazione giornaliera degli ultimi giorni è stata Bassa (2,2 mm/g). Siamo prossimi alla necessità di intervenire con un'irrigazione. Il volume irriguo consigliato è stato di 167,7 mm." Se avete un oliveto a San Gimignano (Siena), su terreno sabbioso, potete aspettare altri 3 giorni prima di aprire i rubinetti.

Oltre alla situazione idrica ci sono anche i dati sulle infestazioni parassitarie e le indicazioni dei momenti migliori per i trattamenti fitosanitari. Pare che il caldo abbia ucciso la maggior parte delle mosche dell'olivo (B. Oleae), ma che ci siano ancora in giro le peronospora della vite (Plasmopara viticola).

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: