Autostrada in Polonia

proteste per l'autostrada nelle aree protette polaccheLa nuova Via Baltica dovrebbe collegare Varsavia ed Helsinki, ma il tracciato dell'autostrada corre in mezzo ad aree protette di importanza comunitaria (segnalato da Chube). Gli ambientalisti, spalleggiati dalla Comunità Europea, si oppongono alla sua costruzione. I lavori erano stati sospesi durante la primavera per consentire ad alcune specie di uccelli di nidificare e sarebbero dovuti riprendere oggi. Il tratto che dovrebbe attraversare le preziose paludi e le foreste planiziali è lungo 17 km e doveva essere sopraelevato.

Lungo il corso del fiume Rospuda vivono 235 specie animali rare e il commissario per l'ambiente, Stavros Dimas, è stato categorico: "È una zona protetta. Fermate tutto e cambiate il percorso". Anche il premier Jaroslaw Kaczynski pareva deciso a non retrocedere: per i polacchi la nuova autostrada è una linea di comunicazione su cui riversare le speranze per lo sviluppo economico del Paese. La Comunità europea aveva finanziato la costruzione della Via Baltica con Lettonia, Lituania ed Estonia per 480 di milioni di euro, ma aveva vincolato i fondi al rispetto delle direttive comunitarie (Uccelli, Habitat, Valutazione di Impatto Ambientale).

I polacchi sono divisi: la gente del posto è per la maggior parte (65%) favorevole alla strada, mentre nel resto del Paese il 75% dei cittadini vorrebbe salvare le aree protette (ZPS e SIC della rete Natura 2000). Il governo si difende dicendo che saranno piantati 1 milione di nuovi alberi per sostituire i 250.000 che saranno tagliati.

La Polonia, che è stata denunciata d'urgenza alla Corte di Giustizia Europea, ha risposto che intende continuare i lavori e che, anzi, sarà lei stessa a rivolgersi alla Corte per protestare contro le ingerenze europee nei suoi affari interni. Barbara Hellferich, portavoce di Dimas, è preoccupata per il fatto di trovarsi davanti un caso di insubordinazione senza precedenti: "Comprendiamo tutti l'importanza della questione la Corte probabilmente valuterà allo stesso modo l'emergenza e invierà una nota. Speriamo lo faccia immediatamente".

L'olandese Thijs Berman ha sottolineato come le preferenze dell'Unione Europea dovrebbero andare verso i collegamenti ferroviari, invece che autostradali. La Polonia non ha valutato le alternative in modo oggettivo.

Per ora i lavori sono fermi, pare che la Polonia si sia piegata, ma la gente è scesa in strada a protestare pacificamente perché vogliono che la strada sia costruita in fretta.

Via | Euronews

» L’Ue blocca la strada del Baltico su La Stampa
» Poland defies move to block road through protected forest on The Times
» Poland halts wetlands road plan on BBC

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: