Goletta Verde: il mare di Lazio, Molise, Puglia e Campania

I dati di Goletta Verde in Lazio, Molise, Puglia e Campania Vi avevamo lasciato più o meno a metà percorso, oggi vi riassumiamo i risultati delle analisi di Goletta Verde di altre quattro regioni italiane, ovvero Lazio, Molise, Puglia e Campania.

Lazio. Generalmente buona la situazione delle acque laziali, con qualche campione sotto il limiti per un soffio. Anche qui la situazione critica è rappresentata dalle foci dei fiumi. Oltre al Tevere, per il quale da anni oramai si può intornare un requiem, preoccupanti sono i risultati alla foce del fiume Marta, di oltre 10 superiori ai limiti di legge. La cosa grave è che in zona ci sono stabilimenti e nessun divieto di balneazione. Consegnate 4 "Bandiere Nere", una al Parco del Circeo per non essersi opposto al progetto di costruzione di una strada che attraversa una zona vincolata e di grande pregio storico e naturalistico.

Molise. Promosso. Buona la qualità delle acque, tutti i campioni sotto la norma. Una leggera controtendenza rispetto al resto d'Italia, qui un campionamento alla foce di un fiume (il Trigno) che risulta "solo" leggermente inquinata, e con tanto di divieto di balneazione.

Campania. Il 74% dei campionamenti sono sotto i limiti. Promossi la Costiera Amalfitana e il Cilento. Ma anche qui la situazione alla foce dei fiumi è molto grave, con quasi tutti i campioni "molto inquinati", situazione tra l'altro nota da anni e che denota quindi quanto poco o niente si sia fatto per controllare gli scarichi e migliorare la depurazione delle acque reflue dell'entroterra. C'è da dire che la Campania gode di un "idrodinamismo" naturale favorevole, che determina un rimescolamento più veloce delle acque costiere, attenuando in questo modo gli effetti dell'inquinamento.

Puglia. Anche la Puglia passa l'esame di Goletta, con il 90% dei campioni sotto i limiti. Anche qui, manco a dirlo, preoccupano le foci dei fiumi. Denunciato da Legambiente in particolare il problema dell'abusivismo edilizio che colpisce le splendide coste pugliesi, sono 2,6 infrazioni accertate per chilometro di costa, per un totale di 2261.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: