Quando il rifiuto diventa un’opera d’arte

atomi di plastica Vecchi occhiali magari fuori moda che si trasformano in insetti stilizzati. Borse di matite colorate molto fashion ma anche una utile scorta per i disegni dei nostri bambini. Sono alcune delle opere di Margherita Marchioni, artista romana che “si diverte a dare una nuova vita agli oggetti più comuni e banali”. Nata, appunto, a Roma il 27 ottobre 1977 ha creato la sua prima collana da materiali riciclati a soli 9 anni. Il materiale utilizzato? Fili elettrici rubati alla scuola con l’aiuto di una compagna.

L’idea che da un rifiuto possa nascere un’opera d’arte mi ha sempre entusiasmato. Nel mio piccolo mi sono limitata a produrre regalini di Natale con gli avanzi di scatolette e lustrini raccolti durante l’anno, un tableau da matrimonio con pasta scaduta…ma quando all’entusiasmo si unisce anche l’estro artistico il risultato è sorprendente. Bellissimi i gioielli con i pezzettini di matite (spero almeno siano matite usate e diventate troppo corte per essere utili). Ma gli insetti fatti da occhiali sono assolutamente sorprendenti! Molto utile, in termini di riciclo dei rifiuti, l’utilizzo delle bottiglie di plastica per lampadari e lampade da arredo. Vi consiglio assolutamente un bel giro sul sito Materiamorfosi.it

Via | Materiamorfosi.it

  • shares
  • Mail