12 premiati per l'ambiente e la legalità

eroi contro le ecomafie

Capracotta ci segnala che Legambiente e Libera hanno conferito il Premio Ambiente e Legalità a dodici cittadini che si sono distinti per la loro opera in difesa dell'ambiente. La cerimonia si e' svolta nell'ambito della Festambiente e tra i premiati ci sono rappresentanti delle Forze dell’Ordine, magistrati e giornalisti.

Enrico Fontana, responsabile Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente, ha fornito alcuni dati agghiaccianti sulla situazione dell'illegalità ambientale in Italia: l’ecomafia è una vera e propria emergenza sociale, economica ed ambientale testimoniata da un giro d’affari di 23 miliardi di euro, che fa sparire nel nulla una montagna di rifiuti alta come il Gran Sasso (2.600 metri), traffica ogni anno animali selvatici per un valore di oltre 3 miliardi, costruisce migliaia di case abusive (30.000 solo nel 2006)".

Ecco l'elenco dei premiati:


  • Il Cap. di Corvetta Rosario Meo, della capitaneria di porto di Salerno, per la lotta all'abusivismo.

  • Il Com. Magg. Giuliano Lucani della Polizia provinciale di Livorno, per l'operazione "Olio Contaminato" sul traffico di rifiuti tra Nord e Sud Italia.

  • Il Com. Isidoro Furlan, vicequestore aggiunto Distretto forestale di Asiago (Vi), per la lotta al bracconaggio.

  • Il Questore Santi Giuffrè, della Questura di Messina, per le corse clandestine di cavalli.

  • Dottor Giuseppe Bianco, della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, per la lotta alle ecomafie.

  • Il Gen. B. Giovanni Nistri, del Comando tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri, per l'opera di salvaguardia del Patrimonio storico-culturale italiano.

  • Il Col. Francesco Gazzani, del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, per aver contrastato la Rifiuti SpA.

  • Dott. Giuseppe Peleggi, dell’Ufficio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane, per il traffico internazionale di rifiuti.

  • Il Maresciallo Antonio Santarelli, del Comando Tutela ambiente dell’Arma dei Carabinieri-Noe di Caserta, anche a lui per i rifiuti.

  • L'avvocato ambientalista Peppe Arnone, per l'abusivismo edilizio.

  • Il giornalista Roberto Galullo, autore di inchieste sulle ecomafie, in particolare sui rifiuti in Campania.

  • L'Associazione Nazionale Guardaparco, per la lotta agli incendi, al bracconaggio e all'abusivismo.

A tutti loro, e alle organizzazioni con cui lavorano, va il nostro ringraziamento per tutto quello che fanno. Lavorano in condizioni difficili, combattono contro organizzazioni criminali, affrontano problemi ambientali enormi. Un grazie magari non serve, dal punto di vista pratico, ma spero che li aiuti a continuare.

Via | Legambiente

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: