La moglie di Grillo indossa una pelliccia, scoppia la bufera su Facebook

grillo_pelliccia

La foto della moglie di Beppe Grillo in pelliccia ripubblicata dal Partito Animalista Europeo sulla sua fanpage ha scatenato una bufera. In tanti lo accusano di incoerenza, visto che il comico-politico (perdonate la ridondanza) del Movimento Cinque Stelle si professa animalista. Altri fanno notare che è la moglie, l'iraniana Parvin Tadjk, e non lui ad indossare la pelliccia e che Grillo non può vietare alla compagna di indossare quello che le pare. Carlo C. scrive:

Evidentemente la signora condivide il patrimonio, non le idee del marito. Nessuno può imporre le proprie idee ad altri, siamo in democrazia. Dovremmo capire quali sono le cose che sono piaciute a Grillo per scegliere questa signora come moglie. Ma sono fatti suoi...

Alcuni sostengono che questo è l'ennesimo tentativo di gettare del fango addosso al leader del Movimento Cinque Stelle, divenuto un avversario più che temibile per gli schieramenti politici. C'è poi la questione vera o finta, dettaglio non di poco conto. Peppo A. scrive:


è una pelliccia ecologica finta lontra, se si ci attacca a questo vuol dire che fa veramente paura a quella banda di ladri, chissa cosa troveranno o inventeranno per farlo fuori.

Di tutto altro parere Rossella B. che mette in discussione la coerenza di Grillo e non soltanto sul fronte animalista:

Purtroppo chi è di Genova sa molte cose di Grillo che non sono coerenti con ciò che dice... dalla villa a Sant'Ilario, zona non proprio da proletari ecc...

Per l'utente Aku V. si tratterebbe di un abbaglio e prima di gettare fango addosso alle persone sarebbe il caso di controllare:


Mi sembra ecopelle, ipotizza Aku.

Manuel M. poi fa notare:

Giusto per precisazione che magari è un po' che non aprite un vocabolario: ma "ecologista" è diverso da "animalista". Uno può essere ecologista e fregarsene altamente delle sofferenze degli animali e viceversa, come molti animalisti, si può amare in modo spropositato gli animali e fregarsene altamente degli ecosistemi, ad esempio delle zanzare, delle blatte, insetti in genere, batteri, virus, insomma tutto ciò che non ha la faccia tenera e gli occhi dolci.

Voi che ne dite di questa polemica, amici di Ecoblog?

Foto | via Facebook

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: