Fotovoltaico al rutenio

pannelli fotovoltaici di nuova generazioneAlla Ohio State University stanno studiando dei pannelli fotovoltaici a base di ossidi di zinco, titanio e rutenio.
I DSSC (Dye-Sensitized Solar Cells) sono meno efficienti dei pannelli al silicio attualmente in commercio (rendono la metà) ma costano pochissimo (un quarto) e, quindi, sono economicamente efficienti.

La ricerca sta ora ottimizzando il trasporto della corrente e i ricercatori, guidati da Yiying Wu, hanno in mente di sfruttare le nanotecnologie per creare dei nano-alberi di particelle di ossidi, rivestiti da uno strato di molecole con funzione di catturare la luce e mandare in circolo degli elettroni. Tali strutture ad albero ottimizzerebbero la superficie esposta alla radiazione solare e il trasporto dell'elettricità fino ai centri di accumulo.

I pannelli sono di colore rosa scuro, dato che sono composti da una miscela di ossido di rutenio (rosso) e ossidi di zinco o titanio (bianchi). Questo colore potrebbe (si spera!!!) minimizzare l'impatto visivo dei pannelli e renderne possibile l'installazione tra i tetti a tegole.

Via | Renewable Energy Access

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: