La Jeep elettrica filippina

Jeepney elettriche nelle Filippine

Pare che non ci siano abbastanza targhe per immatricolare le Jeepney, le Jeep elettriche filippine costruite nell'ambito del Climate Friendly Cities Project. Stando a quanto riferiscono altre fonti, pare che la burocrazia abbia fermato il processo di immatricolazione dei furgoncini usati per il trasporto pubblico perché alle Jeepney mancano le cinture di sicurezza, gli specchietti retrovisori e l'indicatore di velocità. (Difetti a cui si e' rimediato dopo il mese di prova, lo scorso luglio).

Le e-jeepney sono un riadattamento ecologico di un veicolo molto diffuso (e molto inquinante) nelle Filippine. Sono dotate di un motore elettrico, con una autonomia di 120 Km alla velocità di 40 Km/h. Il tempo di ricarica e' di 8 ore e l'elettricità deriva da un impianto a biogas alimentato da rifiuti organici. In alternativa si può richiedere il modello dotato di tetto fotovoltaico.

L'idea di diminuire il carico inquinante del traffico urbano con questi veicoli e' di un gruppo di lavoro composto da Solar Electric Co. (Solarco), Greenpeace e GRIPP (Green Renewable Independent Power Producer). Questo progetto pilota e' partito a Mataki, ma anche altre città stanno lavorando con lo stesso obbiettivo:

Al momento le Jeepney sono prodotte in Cina (ovviamente per ragioni economiche). Le autorità locali vedrebbero con favore la spostamento della produzione nelle Filippine, ma questo avverrà soltanto se il mercato lo riterrà conveniente.

» Electric jeep program gets stuck in idle by red tape on Manila Standard Today
» Dumaguete to showcase locally made E-jeep on SunStar
» The little jeep that could on The Inquirer

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: