Antonino Zichichi (scettico dei cambiamenti climatici) nominato in Sicilia assessore da Rosario Crocetta


Rosario Crocetta neo presidente della Regione Sicilia (nella foto in alto) ha nominato quattro nuovi assessori: Antonino Zichichi assessore ai beni culturali, Nelli Scilabra studentessa universitaria assessore alla Formazione con Francesca Basilico D’Amelio, funzionaria del ministro dell’Economia assessore al Bilancio e Mariella Lo Bello, ex segretario della Cgil di Agrigento assessore al Territorio e Ambiente. Su LiveSicilia il live delle nomine. Gli assessori precedentemente nominati sono Franco Battiato assessore al Turismo (ma lui già pensa di cambiare nome all'assessorato in Meccaniche Celesti), la figlia di Paolo Borsellino, Lucia e il pm antimafia Nicolò Marino con Linda Vancheri, funzionaria di Confindustria. E entro domani la Giunta dovrebbe essere poi completata.

Crocetta ha motivato così la nomina di Zichichi:

L’incarico a Zichichi ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale della Sicilia, grazie all’apporto di uno studioso di fama internazionale. Una scelta che conferma la mia intenzione di varare una giunta di alto profilo svincolato dalle logiche e dai veti dei partiti.

Ecoblog segue da tempi non sospetti sia Rosario Crocetta sia Antonino Zichichi e ecco le nostre valutazioni.

Rosario Crocetta ebbi il piacere di intervistarlo nel 2008 quando era ancora sindaco di Gela, polo inquinatissimo del petrolchimico. Ebbene con Vittorio Sgarbi sindaco di Salemi intraprese una storica battaglia contro l'eolico off shore sia nel Golfo di Gela sia su Trapani il che portò all'apertura di un filone d'inchiesta sugli interessi mafiosi nella costruzione di impianti eolici. Vi invito a leggere l'intervista perché Crocetta si scaglia sopratutto contro i poteri forti di chi gestisce l'energia in Italia e sul fato che Gela sia una zona altamente inquinata e ancora molto sfruttata. E arriva a scagliarsi contro la vicina centrale a carbone e peraltro è un noto antinuclearista. Crocetta dunque anche in altri ambiti ha tenuto in vita battaglie ambientaliste che diversamente in Sicilia non avrebbero avuto modo di avere voce.

Veniamo a Antoninino Zichichi scienziato cattolico che espresse la sua opinione più forte in merito alla necessità che aveva l'Italia del nucleare e che l'uomo non influisce sul clima e ci ha messo anche la firma, fino alla stesura delle 70 emergenze planetarie che non sono sostanzialmente ambientali. Insomma piuttosto in controtendenza rispetto a Crocetta.

Veniamo infine alla nomina di Mariella Lo Bello ex sindacalista nominata assessore al Territorio e Ambiente, uno degli assessorati chiave per la Sicilia che ha assoluta necessità di politiche ambientali e di tutela del territorio. Di lei sappiamo che a aprile si presentò nella tornata elettorale correndo come sindaco di Agrigento ma che non arrivò al ballottaggio. sappiamo che con Francesca D'Amelio Basilico è portata da Bersani. All'ex ministro per lo Sviluppo è noto, piacciono gli inceneritori.

Foto | Flickr, Getty images

  • shares
  • Mail