L’Italia si apre alla ricerca sul nucleare di IV generazione

Centrale nucleare Il ministro dello sviluppo economico, Pier Luigi Bersani, aveva precisato qualche giorno fa la sua distanza dal pensiero di Casini a favore del nucleare sottolineando come il nostro Paese non ha le condizioni, nemmeno economiche, per l'avvio di un piano di produzione nucleare. Bersani aveva però dimostrato l’interesse di "partecipare alla ricerca europea e internazionale sul nucleare di quarta generazione, in grado di risolvere la questione del combustibile irraggiato che potrà comunque diventare realtà in una prospettiva di medio-lungo periodo".

Il ministero ha infatti reso noto che l’Italia ha partecipato, ieri a Vienna, alla riunione ministeriale della Global Nuclear Energy Partnership. Usa, Francia, Russia, Cina e Giappone sono gli organizzatori di questo meeting per la ricerca di un nucleare sicuro e il nostro Paese ha assicurato la propria presenza come osservatore. Il sottosegretario del Ministero, Marco Stradiotto, che ha partecipato alla riunione, ha assicurato l’esclusione di un ritorno al nucleare nel breve-medio periodo. Stradiotto ha anche ricordato il problema dei rifiuti degli impianti, con cui l’Italia continua a confrontarsi, e la volontà di mantenere le conoscenze necessarie per poter partecipare alle attività di ricerca internazionali.

Via | Help Consumatori

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: