Rigassificatori, veti e prezzo del gas

Emma Marcegaglia di ConfindustriaSubito i rigassificatori? Basta veti?
I rigassificatori li vogliono le imprese che li costruiscono, il ministro Pier Luigi Bersani che ci farebbe salire il PIL e la vice presidente di Confindustria con delega per l'Energia, Emma Marcegaglia. La Marcegaglia (foto di sx presa da Forbes, foto di dx da Confindustria) in una intervista sul Corriere della Sera spiega: "Spesso ci si ferma già prima, a livello locale. E anche qui, la penso come Bersani: mettiamo un meccanismo per cui le decisioni non si trascinino per anni. Le Regioni, o i singoli enti, dopo un certo periodo di tempo siano obbligati a dire si o no. E se sono dei no, chi li pronuncia se ne assuma responsabilità e conseguenze. Questo non può continuare a essere il Paese dei veti".

Concordo sul non trascinare le decisioni per anni, ma oggi il petrolio costa 81 dollari al barile e il prezzo del gas e' legato a quello del petrolio. Che ne dite di pensare di scaldarci evitando gli sprechi, invece che comprare gas a prezzi da salasso?
La previsione degli analisti per il 2007 e' di 85 dollari al barile e quella per il 2008 si attesta sui 95. Se abbiamo un debito, perché cercare di averne uno ancora più grande? Perché il gas lo pagano i cittadini?

Il tutto si chiarisce quando si arriva a parlare di possibili guadagni e investimenti: solo tra bonifiche e rigassificatori si parla di almeno 4 miliardi di euro. Ad opporsi ai rigassificatori, oltre alle popolazioni locali, e' rimasto il ministro per l'Ambiente, Pecoraro Scanio, che vorrebbe una finanziaria verde. Emma Marcegaglia ha un altro obbiettivo, oltre ai rigassificatori: il nucleare.

» Energia: Marcegaglia, subito rigassificatori, basta veti su AGI

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: