In Cina arrivano i "sabato senz'auto"

Sabati a piedi in Cina Una volta pensavi alla Cina e tra le altre cose ti venivano in mente migliaia di persone in bicicletta. Poi è arrivato il boom economico, le macchine, l'inquinamento atmosferico, le emissioni in atmosfera di CO2 più alte del pianeta, i 750mila morti all'anno per inquinamento (secondo uno studio della Banca Mondiale censurato però dal governo), le Olimpiadi e gli addetti ai lavori che si preoccupano.
E allora, tra le varie misure messe in campo dal Governo, ecco anche i "Sabati a piedi".

In 108 città una volta la settimana, il sabato appunto, saranno attivi programmi di incentivazione dell'uso di mezzi pubblici, piedi e biciclette, e alcune città saranno proprio totalmente chiuse al traffico. Per migliorare la viabilità, ridurre le congestioni, ridurre lo smog e l'inquinamento dell'aria. Il Governo si pone come obiettivo quello di far usare i mezzi pubblici a metà della popolazione cinese e convincerli di non usare l'auto.
Con lo sviluppo economico si sta sviluppando anche una cultura ambientalista?

via | AGI Cooperazione

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: