Reality-show sott'acqua per studiare i coralli

Laboratorio Aquarius Altro che Honduras e Isola dei più o meno Famosi. Non è meglio passare qualche giorno in fondo al mare al largo della costa della Florida? C'è spazio per sei persone, che dovranno restare chiuse in una specie di piccolo sottomarino, e ogni tanto possono un giretto fuori con la muta e le bombole in mezzo a pesci e coralli della barriera corallina.

Stiamo parlando in realtà di Acquarius, una spedizione scientifica che si ripete dal 1986 per studiare il funzionamento dell'ecosistema della barriera corallina da vicino, e gli effetti di inquinamento e riscaldamento globale su questo delicato ambiente.
I 6 acquanauti sono in realtà scienziati marini allenati che per 9 giorni vivono in un laboratorio sotterraneo, che per dimensioni è più vicino a un autobus che a un sottomarino, e che si trova a 20 metri di profondità nel Florida Keys Natural Marine Sanctuary. Il laboratorio è attrezzato con "tutti i comfort" per gli scienziati, con tutte le attrezzature più sofisticate per le ricerche, e da quest'anno anche di varie webcam che trasmettono di continuo cosa succede laggiù. Cibo, aria e elettricità arrivano dall'altro attraverso cavi e tubi speciali.

La comodità di questo tipo di spedizione è che in questo modo gli scienziati possono fare più "immersioni" (o meglio "escursioni") al giorno senza avere la necessità di seguire le lunghe proedure di riemersione e decompressione per annullare la differenza di pressione tra la superficie e il fondale marino (di due volte e mezzo maggiore). Al termine della missione, che sarà martedì prossimo, dovranno però passare ben 17 ore in camera iperbarica.

Per seguire gli acquanauti e sbirciare i pesci che nuotano in mezzo ai coralli, scegliete qui una webcam.

via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail