Campeggio certificato ISO ed ecolabel in Trentino

campeggio in Trentino certificato ecolabel

Ad un seminario sull'ecolabel organizzato dall'Ecoistituto Pasquale Cavaliere ho incontrato Carlo Candelpergher, che si occupa di certificazione ambientale e ha aiutato il campeggio Arco ad essere il primo ed unico in Europa a ottenere ISO 14001, ISO 9001 ed ecolabel. Il campeggio e' gestito da una società a partecipazione pubblica, può ospitare 900 persone e si trova in provincia di Trento.

Da dove e' partita l'idea di certificare il campeggio?
I proprietari sono persone attente da sempre all'ambiente. Poco dopo l’emanazione della normativa che permetteva di certificare le buone pratiche anche nel settore dell'accoglienza extra alberghiera, ci siamo attivati. Siamo stati il secondo campeggio in Italia e per ora siamo l'unico in Europa che abbia le tre certificazioni.

In che cosa consiste il lavoro di certificazione?
Nel raccogliere dati, nell'analizzare costi e benefici di diverse strategie per ottenere i risultati voluti, nell'adempiere ad una serie di obblighi burocratici e nel comunicare efficacemente il proprio lavoro agli utenti, sia per migliorare l'immagine del nostro cliente che per adempiere alle richieste del marchio (uno dei punti forti dell'ecolabel e' la comunicazione e la diffusione di buone pratiche nel pubblico).

Quali risultati sono stati raggiunti?
Installazione di riduttori di flusso che consentono una riduzione del 50% dell'uso di acqua, installazione di lampade che consentono riduzione del 70% dell'energia per l'illuminazione, aumento della soddisfazione dei clienti. Questi sono dati sotto costante monitoraggio, a cui si aggiungano la fornitura di energia rinnovabile al 100%, la concimazione biologica del prato, gli acquisti verdi di detergenti, l'uso di carta riciclata e una nuova isola ecologica per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Quali sono state le maggiori difficoltà che avete incontrato nell'ottenere l'ecolabel per il campeggio Arco?
Come prima cosa mi vengono in mente le discussioni con il personale delle pulizie, che non voleva cambiare i detergenti passando a quelli i detergenti a marchio ecolabel. Si tratta di cambiare abitudini e questo costa fatica mentale.

E i clienti? Come sapevate che avreste incontrato il loro favore?
La provenienza dei turisti del campeggio Arco e' in buona parte nord europea, con prevalenza di olandesi e tedeschi. In quelle zone la sensibilità ambientale e' spiccata, i marchi di qualità sono conosciuti e ricercati. Ad esempio abbiamo chiesto e ottenuto dai clienti che, uscendo dal campeggio, depositino i propri rifiuti nell'area ecologica, invece di buttarli nei bidoni che prima erano all’interno del campeggio. Adesso tutto e' più pulito e ordinato e i clienti lo apprezzano.

Ottimo, e che progetti avete per il futuro?
Dai questionari che sottoponiamo ai clienti ci e' giunto lo stimolo di migliorare ancora la raccolta dei rifiuti. Possiamo migliorare anche nell'efficienza energetica e pensiamo di dotarci anche della certificazione Emas. Dopo aver fatto le altre, ci manca pochissimo per ottenerla.

Bravi! Grazie mille per la disponibilità e teneteci aggiornati sulle novità.

» Campeggio Arco
» Consulenza specializzata Master Net srl

  • shares
  • Mail