Il registro dei lobbisti al ministero dell'Agricoltura è stato attivato

Annunciato lo scorso febbraio il registro dei lobbisti presentato da Mario Catania ministro alle Politiche agricole è diventato realtà.

In pratica il registro dei lobbisti non è altro che un elenco controllato dall'Unità per la trasparenza interna al ministero delle lobby di settore e che ricevono così l'abilitazione per entrare nel merito delle decisioni che saranno prese in quanto autorizzate a presentare, richieste, studi e proposte. Ma per essere attivi devono anche dire e dichiarare chi rappresentano e di quante risorse economiche dispongono. A fine anno poi dovranno presentare una relazione consuntiva che include tutte le attività svolte al ministero delle Politiche agricole. Insomma, un accordo per i patti chiari.

L'idea è piaciuta molto a Mario Monti che si è detto pronto a estenderla così come ci chiede d'altronde l'Europa, anche agli altri dicasteri. Ora sarà interessante scoprire la pletora di ex politici, giornalisti e gruppi e ONG che ci sono dietro i tanti studi, ricerche e pressioni volte spesso a avvantaggiare una parte politica o finanziaria piuttosto che un altra.

In Europa già è stato istituito dal 2011 il registro dei lobbisti che unifica i rappresentanti in Europarlamento e Commissione europea mentra per l'Italia è proprio il ministro Catania ad aver inaugurato la stagione della trasparenza.

Via | Euractiv
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail