Catamarano ecologico

Un catamarano modulare disegnato appositamente per avere un bassissimo impatto ambientale. Scopri il Proteus soprannominato “libellula” su Ecoblog.

di admin


Si chiama Proteus, ma e’ soprannominato “libellula”. E’ un catamarano modulare disegnato appositamente per avere un bassissimo impatto ambientale e operare, ad esempio, nelle riserve marine.

Il catamarano e’ molto leggero e ha un basso che pescaggio, qualità che riducono al minimo il disturbo all’ambiente sottomarino (acustico e spostamento di masse d’acqua). In pratica si appoggia sulla superficie del mare, adattandosi ad essa, senza “costringere” le onde e il mare a spostarsi. Una serie di ammortizzatori ne rendono piacevole l’uso. Essendo molto leggero, gli sono sufficienti piccole ancore, che riducono i danni ai fondali.

Il catamarano può ospitare a bordo 12 persone, strumentazione per ricerche oceanografiche, due o quattro cuccette e un laboratorio di analisi.
I due motori da 355 cavalli, alimentati a biodiesel, sono alloggiati nei due scafi e permettono di raggiungere la velocità di 30 nodi. Rispetto ad un vascello di simili capacità, il consumo di carburante e’ ridottissimo.

Proteus e’ il primo modello della serie WAM-V™ (Wave Adaptive Modular Vessel). Il progetto e’ stato disegnato da un italiano, Ugo Conti, e la costruzione e’ stata affidata alla statunitense Marine Advanced Research

Via | Mare in Italy

Ultime notizie su Parchi & aree protette

Tutto su Parchi & aree protette →