Ambiente: quasi pronto il Piano d'Azione Ue al 2020

Il Piano d'Azione per la politica ambientale Ue fino al 2020, elaborato dalla Commissione europea, è quasi pronto e verrà pubblicato ufficialmente a giorni; titolato "Living well, within the limits of our planet" contiene la ricetta europea per favorire le politiche ambientali innovative e a minor impatto ambientale che l'Europa metterà in campo fino al 2020.

Nonostante i progressi in molti settori le sfide ambientali dei prossimi anni per l'Europa si prospettano complesse ma ricche di nuovi stimoli ed opportunità per rendere l'ambiente più tutelato e diminuire i rischi per lo stesso.

Un piano decisamente ambizioso, che coinvolge moltissimi settori dell'economica del Vecchio Continente indicando altrettanti campi d'intervento attraverso strumenti concreti; come spiegato dal Commissario per l'ambiente Janez Potočnik

Significa eliminare sussidi nocivi per l'ambiente, spostare la tassazione dal lavoro all'inquinamento, mettere a punto accordi di collaborazione fra Stati membri e Commissione europea per l'applicazione delle norme ambientali, introducendo anche ulteriori capacità di controllo a livello Ue per affrontare i temi che generano maggiore preoccupazione.

L'intenzione è di proteggere il capitale naturale favorendo l'efficienza delle risorse eccedenti e accelerare la transizione a tecnologie low-carbon sono i due principali aspetti del Piano Ue, che tuttavia non tralascia gli aspetti più sanitari correlati all'inquinamento.

Tantomeno il Piano tralascia i benefici economici che potrebbero derivarne: stimolare una crescita sostenibile che crei nuovi posti di lavoro impostando, come obiettivo finale, il territorio europeo come un buon luogo dove nascere, vivere e morire.

Calcolando che entro il 2020 l'80% degli europei vivrà nelle aree urbane (o immediatamente a ridosso di queste) l'Ue punterà molto sul potenziamento della sostenibilità delle città europee, attraverso una serie di criteri comuni per valutare le singole "performance ambientali".

Ha spiegato il Commissario Connie Hedegaard che

non possiamo aspettare la fine della crisi economica prima di affrontare queste tematiche, ma farlo allo stesso tempo includendo le preoccupazioni ambientali ed il clima nelle politiche del nostro tempo. [...] Abbiamo bisogno di molto impegno da parte di tutti, istituzioni, aziende e cittadini, per raggiungere una reale economia sostenibile.

La proposta andrà al vaglio del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo e, una volta approvato, entrerà di diritto nella legislazione europea alla quale i paesi membri sono sottoposti.

Via | European Commission - Environment
Foto | Pink Blog

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: