La Procura di Taranto rigetta il dissequestro dell'acciaio Ilva e la chiusura sembra più vicina

Non è una partita a scacchi, non è un botta e risposta e tanto meno un braccio di ferro quello tra la magistratura della Procura di Taranto e la politica dietro cui si nasconde il colosso dell'acciaio Ilva. La notizia di oggi è che il gip Patrizia Todisco ha rigettato la richiesta dell'Ilva di porre il dissequestro all'acciaio stipato nell'Ilva, quello già prodotto e pronto per essere spedito ai cantieri Marcegaglia pari a 1 milione e 700mila tonnellate per il valore di 1 miliardo di euro. Le conseguenze sono semplici: l'immediata chiusura dell'acciaieria.

Il decreto salva Ilva sulla base delle valutazioni della Procura di Taranto non ha valore retroattivo e dunque l'acciaio e derivati restano sotto sequestro. Peraltro viene anche rigettata la richiesta di scarcerazione per Girolamo Archinà e dell'ex preside del Politecnico di Taranto Lorenzo Liberti sotto custodia cautelare dallo scorso 26 a seguito dell'inchiesta Ambiente svenduto e parallela all'inchiesta principale sull'Ilva.

Nel frattempo il ministro all'Ambiente, Corrado Clini ha smentito le dichiarazioni in merito alla possibile evacuazione del quartiere Tamburi invaso dall'Ilva negli anni 60. Ha spiegato Clini:

Il sindaco di Taranto aveva chiesto ancora a luglio scorso di esaminare la possibilità di delocalizzare alcune delle abitazioni più vicine all'Ilva e più esposte all'inquinamento ambientale; ed io avevo detto e confermo che su questa ipotesi si potrebbe lavorare. L'obiettivo è il risanamento ambientale, non certo l'evacuazione. Non ho capito come mai è stata costruita una notizia falsa sulla quale fare delle polemiche, probabilmente il clima elettorale sta iniziando a dare i suoi effetti negativi.

Non si capisce allora se come dice lo stesso Clini l'Ilva inquina perché non si debba fermare immediatamente e che senso avrebbe spostare solo alcune persone se a rischio sono almeno le 20mila che si affacciano proprio sull'Ilva?

Via | Quotidiano di Puglia, Quotidiano di Puglia
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail