Legge sulla caccia

CacciaIl 13, 14 e 15 settembre 2005, alla ripresa dei lavori dopo le ferie estive, la Camera dei Deputati torna ad esaminare una proposta di legge sulla deregulation della caccia: "Modifiche alla legge 157/1992,protezione della fauna selvatica e prelievo venatorio" nota come "testo Onnis", dal nome del relatore l'on. Francesco Onnis (avvocato, esponente della Federcaccia), di Alleanza Nazionale. Questo testo riunisce 12 diverse proposte presentate dai maggiori partiti: 10 del centrodestra (dei deputati Stefani, Massidda, Bono, Onnis, Benedetti Valentini, Serena, Pezzella, Tucci e Cirielli) e 2 del centrosinistra (deputati Bellillo, Sgobio, Ruggirei e Meduri).



La Commissione Agricoltura della Camera, presieduta in maniera sfacciatamente filovenatoria dall'on. Giacomo De Ghislanzoni Cardoli (Forza Italia), ha dedicato l'intero mese di febbraio ad un esame a tappe forzate per riunire in un testo unico queste proposte di legge che prevedevano sconti di pena ai più vergognosi reati di bracconaggio, e una forte deregulation della caccia (caccia in orari serali, aumento delle specie cacciabili con aggiunta di specie rare, massiccio impiego di uccelli da richiamo usati come "esche vive", allungamento di due mesi della stagione venatoria). Già allora avevamo chiesto la collaborazione dei visitatori di wwf.it, raccogliendo più di 40.248 firme online… che non erano passate inosservate: Casini si era lamentato pubblicamente della mole di mail che gli giungevano sul tema!

Continua su WWF.it

[via Pandemia]

  • shares
  • Mail