Aquila reale tenta di rapire un bambino, il video potrebbe essere un falso

Il video che vedete in alto è uno dei più visti in queste ultime ore. Ci racconta del tentativo di rapimento di un bambino da parte di un aquila reale. Il fatto sarebbe avvenuto in un parco di Montreal in Canada e la piccola preda è stata lasciata cadere dall'aquila probabilmente perché troppo pesante: il rapace prova a prendere quota ma la zavorra lo blocca e molla la presa.

Tutto è bene quel che finisce bene? Si, anche se molti dubbi rispetto alla veridicità del filmato sussistono.

Folco Quilici giornalista, documentarista storico e ambientalista sulle pagine de Il Mattino di oggi (pag.10) commenta così questa web favola (come la definisce):

Difficile giudicare, osservando la sequenza trasmessa via internet. Resta solo un dubbio, un aquila può afferrare e sollevare e portar via un peso considerevole come quello apparso nel filmato?

Casi di aquile che afferrano e portano via prede piuttosto grandi ne sono stati comunque registrati e lo stesso Folco Quillici racconta del suo bassotto Pioppo preso di mira dai falchi che abitano e cacciano in Umbria dove abita.

Scrive ancora Quilici:

Ricordo ancora le discussioni con amici del luogo sulla possibilità che un falco possa portarsi via un cane, seppur di taglia medio piccola; alcuni negano ridendo: per quanto grande un aggressore volante delle nostre zone potrebbe al massimo afferrare da terra un leprotto. Altri invece mi hanno associato casi pressoché fantascientifici di pecore e capre portate via da predatori volanti.

Resta dunque nel merito del caso di Montreal aperto il sospetto che possa trattarsi di uno scherzo in formato video di qualche buontempone anche de Quillici spiega che:

Da parte mia posso narrare di aver visto, dell'Oceano Pacifico, un immenso gabbiano planare a pelo d'acqua, afferrare e strappare al mare un guizzante pesce di notevole peso, forse pari a quello dell'aggressore. Ma anche in quel caso come in quello del filmato di Montreal, l'aggressore finiva con il mollare la preda dopo pochi colpi d'ala, battuti senza riuscire a prendere quota.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: