Seguici su

Inquinamento

L’azoto che nuoce alle piante

Secondo uno studio inglese del Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Open University, l’azoto depositato sui campi sarebbe responsabile della riduzione della biodiversità, o perlomeno in parte: sembrano infatti essere più suscettibili a tale forma di inquinamento i fiori di campo e le specie a foglia larga.

Lo studio rientra nel progetto BEGIN (Biodiversity of European Grasslands – the Impact of atmospheric Nitrogen deposition) che ha analizzato 70 praterie in nove paesi europei evidenziando questo inaspettato rapporto tra sedimentazione dell’azoto e perdita di biodiversità.
In Gran Bretagna, in zone con un tasso di deposito variabile tra i 5 ed i 35 kg di azoto per ettaro ogni anno, la scomparsa delle piante ha riguardato il 25% delle specie.

L’origine dell’azoto “in eccesso” è principalmente imputabile all’attività antropica: i maggiori responsabili sono l’agricoltura e l’utilizzo di combustibili fossili.
Sembrano essere maggiormente colpiti i terreni acidi, condizione tipica di aree nordiche o di ambienti montani, con climi freddi o caratterizzati dall’accumulo di sostanza organica.

Al momento gli studi stanno verificando se detto fenomeno avvenga anche in altri Paesi e sono alla ricerca di una modalità per tutelare la biodiversità.
Infatti la deposizione di azoto, modificando la composizione delle essenze presenti, innesca squilibri che potenzialmente possono portare all’estinzione di diverse specie.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa