Mater-Bi in agricoltura: i vasi compostabili

Vasi compostabili in Mater-Bi Foto NovamontIeri abbiamo parlato dei teli pacciamanti, quest'oggi completiamo l'argomento con un altro prodotto per l'agricoltura in amido termoplastico.

Pensate all'interno di un vivaio quanti vasi e contenitori per piante ci sono: nella sola Albenga (città in cui è stato avviato il progetto Biomass) si esportano ben 120 milioni di piante in vaso, molte delle quali vanno nei mercati europei ed in particolare in Paesi che non gradiscono o addirittura vietano l'impiego di materiali non biodegradabili per taluni utilizzi.

I nuovi vasi vanno dai 4 ai 35 cm di diametro, anche se qui le cose cambiano rispetto alla rosea situazione dei teli pacciamanti: il prezzo del vaso in amido termoplastico infatti, risulta essere paragonabile solo per i vasi di piccola dimensione, con diametri cioè tra i 4 ed i 14 cm (quelli maggiormente diffusi). Oltre questa soglia, i normali vasi in polipropilene sono attualmente più economici.

E' tuttavia presumibile che in futuro, non appena verrà introdotto nel mercato il vaso compostabile, si potrà verificare una riduzione del costo della materia prima e soprattutto dei costi di produzione rendendo maggiormente economici anche i vasi di maggiore diametro.

Al momento sono in fase di studio altri prodotti interessanti in agricoltura e nel settore del floro-vivaismo, come i legacci e le clip per il sostegno di piante. I maggiori fruitori di questi articoli sarebbero soprattutto i mercati biologici che potrebbero fare da vero e proprio volano all'"attrezzatura compostabile".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: