Il topo che non ha paura dei gatti

Il topo che non teme i gattiE' possibile modificare un topo e sopprimere l'istinto di fuga all'odore di un gatto.
Ci sono riusciti due ricercatori (marito e moglie) dell'università di Tokyo.

Pare che i topi da esperimento si avvicinino con inconsueta curiosità a gatti sconosciuti e reagiscano con la fuga solo ai miagolii.

Nell'esperimento e' stato infatti impedito lo sviluppo di un gruppo delle cellule olfattive, nella parte dorsale dell'epitelio nasale. I topi sono in grado di percepire l'odore del gatto e di imparare ad averne paura, ma non reagiscono spontaneamente ad esso come i topi normali.


In pratica si e' capito che le quelle cellule appartengono ad un sistema che trasmette lo stimolo per provocare una risposta istintiva, mentre quelle ventrali inviano il segnale ad una parte del cervello dove risiedono i comportamenti appresi.

A studiare come inibire le reazioni di fuga dei topi ci erano già riusciti in California, grazie all'aiuto di un batterio che, infettando i topi, li rendeva insensibili agli effetti dell'odore di urina felina. In pratica quell'odore non faceva scattare i meccanismo comportamentali evolutisi in secoli di coevoluzione tra gatti e topi, che suggeriva ai topi di evitare le zone frequentate dai gatti, riconoscendole appunto dall'odore.

Via | Nature

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: