Oggi presentato il rapporto finale dell'IPCC sui cambiamenti climatici

Uscito il Rapporto Finale IPCC Oggi a Valencia l'IPCC, il comitato delle Nazioni Unite per i Cambiamenti climatici, presenta il rapporto finale sui cambiamenti climatici. Un documento che ribadisce quanto detto nei tre precedenti resi pubblici durante l'anno, ovvero, che il cambiamento del clima è in atto e che l'uomo ne è la principale causa. In particolare, in questa sintesi finale l'IPCC vuole portare idee e consigli per il futuro, soprattutto per le misure da adottare alla scadenza del famoso Protocollo di Kyoto nel 2012, che sarà anche il tema della Conferenza Mondiale sul Clima di Bali il prossimo mese.

Dunque il rapporto ci ricorda che le emissioni di gas-serra in atmosfera sono aumentate del 70% e che grazie “a noi” la temperatura media della terra aumenterà tra 1,8°C e 4°C. E che tutto questo provoca lo scioglimento di poli e ghiacciai, l’espansione degli oceani, il rischio di estinzione per il 30% delle specie viventi.
In alcune zone si allargheranno i deserti e aumenterà la siccità, in altre aumenteranno eventi estremi e alluvioni, in entrambi i casi le riserve idriche e i raccolti saranno messi a dura prova. Le zone costiere e le piccole isole sono a rischio, e nei prossimi decenni si stima che 200milioni di persone diventeranno profughi per cause ambientali.

E quindi che si fa? Andiamo oltre i dati e parliamo di azioni di mitigazione e di adattamento, di misure che i governo possono adottare per fare qualcosa. Andiamo oltre Kyoto, investiamo in efficienza energetica e diminuzione degli sprechi. Riduciamo le emissioni ma investiamo anche in agricoltura e riforestazione. Cooperiamo attivamente con i Paesi in via di sviluppo, che subiscono maggiormente i danni di questa situazione pur non avendone quasi colpa.

E ricordiamoci che anche noi facciamo parte delle azioni di mitigazione, con le nostre scelte quotidiane.

Via|Ansa.it

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: