Enel guarda all'ambiente. Ambiguamente.

Pubblicità obbligazioni EnelIl cartellone pubblicitario dice: "Guardiamo sempre all'ambiente". Enel, secondo me, pensa a come guadagnare più soldi mettendo la parola "ambiente" in una pubblicità.

Il cartellone pubblicizza obbligazioni. Enel propone a tutti i risparmiatori l’opportunità di aderire a una nuova offerta di obbligazioni, per un valore complessivo di 2 miliardi di euro (in caso di eccesso di domanda l’offerta potrà essere aumentata fino a 3 miliardi di euro secondo le modalità previste nel Prospetto Informativo).

Ma Enel quando guarda all'ambiente che cosa vede? L’Enel si vanta di ridurre di 4 milioni di tonnellate di CO2 all’anno con le rinnovabili per poi emetterne 40 in più con il carbone.

Gli altri cartelloni della stessa campagna dicono che Enel guarda ai clienti e mi spiace ricordare che la tariffa bioraria tanto pubblicizzata e' cosi criptica che il Movimento dei Consumatori ha fatto ricorso all'antitrust.
Poi, magari, ci farebbe piacere che pensasse ad allacciare alla rete chi produce energia, senza far passare anni. Lo dicevano anche nell'ultima puntata di Report.

Enel guarda sempre lontano e c'è la foto della statua della libertà, ma le obbligazioni non si possono comprare in Stati Uniti, Canada e Giappone.

Enel guarda sempre ai numeri e anche noi. Leggendo le ultime vicende di ENEL ci sembra di capire che per Enel i numeri delle tonnellate di CO2 emesse o dei clienti scontentati non contano come quelli degli euro guadagnati.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: