L'UNEP applaude gli sforzi cinesi per rendere più verdi le Olimpiadi

L'UNEP applaude gli sforzi cinesi per rendere più verdi le Olimpiadi Ne abbiamo parlato molto e anche male e siamo preoccupati per i poveri atleti che non sanno che fare per l'inquinamento atmosferico durante le Olimpiadi del 2008. Ma l'UNEP invece è di altra opinione, o meglio oltre a vedere i problemi vede anche tanti sforzi positivi fatti dal governo cinese per rendere un po' più verdi questi giochi.

Secondo l'agenzia delle Nazioni Unite per l'ambiente (l'UNEP appunto) in un rapporto preparato qualche settimana fa, i cinesi hanno introdotto misure interessanti nel campo della gestione dei rifiuti, dei trasporti, della gestione delle acque, dell'uso di materiali riciclabili, oltre a un parco di quasi 600 ettari. Ma, per fortuna lo ammettono, rimangono preoccupazioni per l'inquinamento atmosferico.

Dunque, vediamo alcune di queste misure interessanti. Praticamente tutti gli impianti sono stati dotati di un qualche sistema o di risparmio energetico o di uso di energie rinnovabili, come il solare, l'energia geotermica e l'eolico (ve la ricordate la piscina?). Sono stati usati molti materiali riciclati per le attrezzature sportive, e usati materiali riciclabili per le strutture. Sono stati implementati sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti che, in un test fatto in un evento minore, hanno dato risultati vicino al 90% di recupero. Sono stati costruiti sistemi di raccolta delle acque piovane e di trattamento delle acque reflue da riutilizzare per l'irrigazione degli spazi verdi.

Parlando di trasporti, già tempo fa abbiamo detto di investimenti massicci per potenziare le metropolitane, aggiungiamo l'introduzione di 400 bus che vanno a gas naturale, 16 km di linee di autobus rapide, e trasporti pubblici gratis per chi possiede un biglietto per un evento olimpico. Questo, insieme alla dislocazione di grosse industrie inquinanti e altre misure, ha in effetti causato una diminuzione dell'inquinamento atmosferico. Resa però vana dal pauroso aumento delle macchine in circolazione a Pechino (a me 1000 nuove macchine registrare al giorno sembrano una quantità spaventosa!).

Altra pecca evidenziata, il mancato investimento in programmi di azzeramento delle emissioni, cosa che oramai fanno tutti, ma secondo l'UNEP i Cinesi sono ancora in tempo. Staremo a vedere.

Via|G-forse.com

» Gli altri post della rubrica EcoSport

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: