Poco 5 per mille per l'ambiente

Poco 5x1000 destinato all'ambiente Guardavo per curiosità interessata (lavoro per una associazione ambientalista) le tabelle del 5x1000, ieri sono stati pubblicati i primi dati provvisori relativi al 2007.
Prima di tutto, ad oggi il 55% dei contribuenti ha firmato per il 5x1000, risultato buono, ma sinceramente per quello che "ci costa" spero in percentuali più alte. Anche quest'anno boom di contributi al volontariato sociale e alla ricerca sul cancro. Tra le associazioni, sorprende l'Auser (al momento oltre le 250mila firme), associazione di valorizzazione degli anziani, che strappa il primato di firme a Unicef e Acli.

Ok, bene, queste le considerazioni generali. Allora mi metto a spulciare un po' le tabelle, e cerco le tre principali associazioni ambientaliste in Italia, e vedo quanto segue:
Legambiente: poco più di 5mila firme, quasi 6mila contando i circoli locali
Greenpeace: oltre 12mila firme
WWF: 39mila firme e spicci

Considerando che Legambiente è molto diffusa sul territorio, e Greenpeace e WWF godono di fama internazionale, a me il risultato complessivo non pare particolarmente incoraggiante, senza nulla togliere all'importanza della ricerca sul cancro o alle altre categorie che più ne beneficiano.

E un po' mi chiedo il perché. Perchè la gente non sente realmente che l'ambiente sia un "problema"? Forse perché ancora non abbiamo chiari i legami tra protezione ambientale e benessere umano? O forse, azzardo, perché l'ambientalismo è più "roba da giovani volontari e attivisti" che magari ancora non hanno una dichiarazione dei redditi? Mah, sinceramente non so.

Via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: