Piattaforma offshore ispirata a Star Wars

piattaforma offshore a basso impatto ambientale

Una piattaforma per ricerca scientifica in mare aperto può essere sostenibile e può ispirarsi ai paesaggi e ai droidi di Guerre Stellari.
Facility at Sea e' stata disegnata da un laureando dell'università del Texas, Jason Mellard, pensando alla calottina di R2-D2.

Ogni palo supporta due sfere con i laboratori di ricerca e un disco abitativo. In un disco possono trovare posto circa mille persone e la struttura e' pensata per turni di residenza tra i 6 mesi e l'anno.
Le sfere ospitano i laboratori e possono immergersi in acqua, quando gli scienziati ne hanno bisogno per le loro ricerche. Le parti esterne possono aprirsi, quando le condizioni atmosferiche sono favorevoli, o chiudersi in maniera ermetica, per mettere tutta la struttura al riparo dal maltempo, sott'acqua.

Il fabbisogno energetico viene soddisfatto con pale eoliche, pannelli fotovoltaici e l'energia delle correnti oceaniche può essere sfruttata dal pilastro centrale, munito di turbine.
Il prezzo ipotizzato per questa struttura e' tra i 500 milioni di dollari e il miliardo, paragonabile ad un grattacielo.

Via | AIArchitect

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: