Enel misura la sua responsabilità di impresa

Enel interroga i suoi stakeholder

Enel ha pubblicato un questionario di gradimento, chiamato Sustainability meter, per vedere quanto la sua posizione sia economicamente, socialmente e ambientalmente collocata rispetto a quella dei suoi stakeholder. Gli stakeholder sono coloro con cui Enel ha a che fare: clienti, dipendenti, investitori, fornitori... e gente come me che di Enel ogni tanto qualcosa scrive.

Ho fatto il test, ho risposto a tutte le 24 domande e mi e' uscito il grafico che vedete sopra.

Le domande "sociali" sono, a mio avviso, molto limitate alla gestione del personale (Per te quanto è importante che Enel rispetti e promuova le pari opportunità professionali fra i suoi dipendenti?) e non prendono in considerazione il rapporto di Enel con i portatori di interesse che picchettano le centrali (Per me sarebbe importante che Enel parlasse seriamente con i comitati No Coke o con Greenpeace). Si chiede anche "Ritieni importante e opportuno che Enel faccia beneficenza e supporti iniziative di solidarietà?"
No, non pagherei Enel perché facesse della (occasionale e di immagine) beneficenza con i miei soldi, ma la pagherei più volentieri se valutasse (sempre e approfonditamente) le esternalità delle sue azioni, ovvero gli effetti sulla salute e sull'ambiente del suo modo di fare business.

Le domande economiche erano quelle che mi interessavano meno e chiedevano se mi importassse che Enel aumentasse i dividendi o riducesse il debito con le banche.

Le domande ambientali erano le più interessanti: "Per te quanto è importante che Enel aumenti l'impegno nella riduzione dell'utilizzo di materie prime come olio combustibile, gas naturale e carbone?" - Si, moltissimo. - "Per te quanto è importante che Enel sviluppi la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili come acqua, vapore, sole e vento?" - Per me e' vitale, non solo importante.

Poi ci sono le domande di tendenza: "Ritieni opportuno che Enel aumenti la produzione di energia elettrica da fonte nucleare?" Sappiamo che Enel scalpita per questa scelta, quindi non mi stupisco.

Se volete far sapere a Enel che cosa pensate della sua strategia industriale, il Sustainability meter e' online. Per la cronaca, Enel si posiziona al di fuori del settore "sostenibile", che dovrebbe essere l'intersezione delle tre aree, economica, sociale ed ecologica. Enel si vede poco sociale, molto economica e un pochino ambientale.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: