Il mini-eolico aumenterebbe le emissioni di chi lo installa

efficacia ed efficienza del mini eolico in ambito urbano. foto Terry WhaProdurre energia rinnovabile con una turbina eolica formato famiglia in città potrebbe causare più emissioni del non averla affatto.
Il Building Research Establishment Trust ha calcolato le emissioni durante l'intero ciclo di vita di alcuni modelli di mini-eolico attualmente in commercio, scoprendo che oltre a non soddisfare che una minima parte dei bisogni di una famiglia, il bilancio delle emissioni e' negativo.

La ricerca e' stata svolta nelle città di Manchester, Lerwick e Portsmouth.

La parte di estrazione e lavorazione di acciaio, alluminio, rame e fibra di vetro, incide in modo molto variabile, contando per 180 Kg nella turbina più virtuosa, fino a raggiungere i 1'444 Kg, per al peggiore.

A pesare molto nel calcolo delle emissioni sono anche i trasporti e la manutenzione dell'apparecchio. Sono specialmente le parti mobili ad essere sottoposte a tensioni per il rapido alternarsi delle forze a cui sono esposte nei momenti di forte vento. In questo caso le relative emissioni di CO2 calcolate in 20 anni di esercizio variano tra i 18 e i 147 Kg.

L'energia prodotta da una turbina media, montata sul tetto di una casa in una città come Manchester, e' di 150kWh, ovvero solo il 2% della richiesta media di energia di una casa media. Spostandosi nella ventosa Wick, nella Scozia del Nord, si potrebbero ricavare 3'000 kWh, ovvero il 40% del fabbisogno, arrivando a ripagare le emissioni in un anno.

Il vento che si riesce a sfruttare in una città e' fortemente condizionato dalle turbolenze generate dagli edifici e dalle strade, per cui le valutazioni da fare prima dell'installazione devono basarsi su dati estremamente precisi e non possono fare affidamento più di tanto alle medie regionali.

Il rapporto completo "Micro-wind turbines in urban environments: an assessment" costa 42,30 sterline in versione .pdf e solo 30 nella versione cartacea (alla faccia del risparmio energetico e della smaterializzazione dell'informazione).

Via | The Guardian

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: