Terna annuncia 450 km di nuovi elettrodotti

smantellati 1200 Km di vecchi tralicci dell'alta tensione1200 Km di tralicci obsoleti saranno sostituiti da 450 Km di cavi, alcuni dei quali interrati. Terna, la società che distribuisce l'energia elettrica in Italia, ha deciso di investire un miliardo di euro nei "10 Progetti per uno sviluppo sostenibile" che prevedono lavori in 11 regioni.

Lo smantellamento di 4.800 tralicci dell’alta tensione consentiranno lo svincolo di circa 4.000 ettari di terreno non più soggetti a servitù. La servitù era il diritto di Terna di usare il terreno sotto ai tralicci per potervi accedere in occasione della manutenzione. Tradotto in termini ambientali, significa che 4.000 ettari di terreno che prima costituivano una rete non saranno più lasciati a prato ma potranno essere destinati ad altre funzioni, che so..., monoculture, parcheggi, centri commerciali... visto che i cavi verranno interrati soprattutto in prossimità delle abitazioni.

Terna annuncia anche che "Gli interventi sulla rete elettrica produrranno inoltre un sensibile incremento della produzione di energia «verde», consentendo la connessione di nuovi impianti eolici per circa 1.000 MW." Non si tratta di un incremento di produzione, ma nella distribuzione e contabilizzazione di energia prodotta da altri.

Leggo con piacere che "a regime si avrà infatti una riduzione delle perdite tecniche di rete per circa 300 milioni di kilowattora, pari al consumo annuo di 100.000 famiglie." e il ministro Pecoraro Scanio plaude: "Quando si parla di efficienza energetica dobbiamo riferirci anche e soprattutto all'efficienza delle infrastrutture di trasporto dell'energia perché l'energia in Italia c'è, ma la bruciamo e poi la buttiamo".

Altro punto di merito, evidenziato dall'amministratore delegato di Terna, Flavio Cattaneo e' che "I nuovi tralicci e le nuove infrastrutture saranno messe a disposizione per altri usi, come il monitoraggio degli incendi e la diffusione della rete wi-fi".

Sull'impatto ambientale della nuova struttura distributiva Cattaneo dice che "Terna ha già lanciato alcuni concorsi internazionali d'architettura per ottenere piloni e tralicci esteticamente sostenibili". Spero non si limitino all'estetica. Comunque sia, pare siano stati seguiti i criteri della VAS (Valutazione Ambientale Strategica) attraverso 40 mila ore di concertazione con enti locali ed istituzioni.
Sull'impatto ambientale dei cavi dell'alta tensione interrati o lasciati in aria avevamo discusso a lungo qualche settimana fa. Torneremo presto sull'argomento.

Via | Terna

» Terna punta sull'efficienza della rete recuperata l'energia di una maxi centrale su Repubblica

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: