Divorziare fa male all'ambiente

Divorziare fa male all'ambiente Dopo l'accesa discussione sull'impatto ambientale del fare figli, parliamo di un altro problema familiare che potrebbe recare danno al nostro amato pianeta. Il divorzio. Ci si è messo addirittura un gruppo di ecologi ricercatori dell'Università del Michigan a scoprire che vivere insieme ottimizza i consumi, separarsi e andare ognuno per la sua strada invece li moltiplica.

I ricercatori in questione ci dicono che il divorzio raddoppia le case, quindi le utenze, quindi anche i consumi. Secondo loro, non è vero che poche persone in una casa consumano meno di una grande famiglia. Il riscaldamento è lo stesso ad esempio, perché dipende dalla dimensione della casa e non dalle persone che ci vivono.

Anche alcuni elettrodomestici funzionano indipendentemente dal numero di persone che li usa, vedi frigorifero e congelatore sempre accesi, quindi due case, due frigoriferi, doppi consumi, doppie emissioni in atmosfera.
Lo studio calcola i consumi pro-capite medi (su base USA), che risultano più alti per single e divorziati, rispetto a grandi famiglie o a nuclei abitativi grandi (tipo le case a Roma piene di studenti stipati come in alveari?). A questo, secondo loro, si deve anche aggiungere il costo e l'impatto della costruzione di nuove case per far fronte a questa "emergenza single".

Insomma, vivere insieme fa bene all'ambiente, perché riduce i consumi e gli impatti.
E ora come la metto con la mia ricerca del monolocale?

Via | AffariItaliani.it

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: