L'OPEC, il petrolio e i cambiamenti climatici

petrolio e cambiamenti climatici. foto XcBikerL'OPEC ha annunciato che intende destinare 3 miliardi di dollari alla ricerca di come ridurre le emissioni dei combustibili fossili. La ricerca sulle tecniche di cattura dei fumi e immagazzinamento della CO2 saranno finanziate con un primo miliardo.

Abdullah al-Badri Badri, segretario generale dell'OPEC, qualche settimana fa aveva detto che: "Siamo disposti a collaborare, a svolgere il nostro ruolo al fianco dei Paesi Sviluppati. Tecnologie in via di sviluppo come il sequestro della CO2 hanno bisogno di finanziamenti e di molta ricerca e i Paesi sviluppati hanno le possibilita economiche e tecnologiche di guidare gli altri su questa strada. Noi vogliamo contribuire."

A proposito dell'andamento del prezzo del petrolio leggo che "diversi membri dell'Opec, tra cui il maggiore produttore, l'Arabia Saudita, non nascondono il timore che un periodo prolungato di prezzi elevati può danneggiare la domanda." Danneggiare la domanda lo traduco in "trovare alternative all'uso del petrolio" come rivedere la mobilita di singoli individui su singoli mezzi di trasporto a benzina o incentivare il risparmio energetico, cosa che andrebbe bene ai consumatori e all'ambiente ma non a chi il petrolio lo vende a milioni di barili.

Ecco perché il ministro saudita del petrolio, Ali Al-Naimi, aveva detto che "Noi vogliamo partecipare con gli altri nel ridurre le emissioni mondiali, perché come al resto del mondo, siamo preoccupati per l'ambiente".
Yvo de Boer, il segretario della conferenza delle Nazioni Unite sul clima che si sta svolgendo in questi giorni a Bali, ha rassicurato: "Le azioni internazionali sui cambiamenti climatici sono una guerra contro le emissioni, non contro il petrolio".

» Opec plan to impact climate meet in Bali on The Times of India
» OPEC's El-Badri Calls for More Funding to Curb Climate Change on Bloomberg

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: