Batterie più efficienti

Batterie nanotecnologiche. Foto di frcsykSu Nature Nanotechnology uno studio dell'Università di Palo Alto ha rivelato le scoperte del professor Yi Cui. Il suo team ha infatti studiato e risolto un problema notevole per le batterie agli ioni di litio, ovvero l'efficienza della carica.

Infatti nelle attuali batterie l'anodo è costituito di grafite (carbonio) che presenta un rapporto 6:1 nei confronti del litio, ovvero per trasportare uno ione litio c'è bisogno di 6 atomi di carbonio.

La nuova tecnologia, che sfrutta le proprietà del silicio, consentirebbe un rapporto di 1:4 ovvero ogni atomo di silicio cattura fino a 4 ioni litio aumentando di conseguenza l'efficienza di ricarica della batteria.

Tutto ciò si ripercuote sulla capacità di immagazzinamento dell'energia e, di conseguenza avremo batterie la cui carica durerà più a lungo.

La scoperta in realtà non riguarda le proprietà del silicio né una sua applicazione in questo settore, ma la struttura dell'anodo che fino ad ora non si era riusciti a rendere stabile in fase di ricarica.

Ora, grazie alle nanotecnologie si è riusciti a produrre dei filamenti di silicio da attaccare ad uno strato di acciaio inossidabile che conferisce stabilità all'anodo stesso.

Via | University of Stanford

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: