Recycle for Africa

Donna africana che guarda l'orizzonte A volte la sostenibilità ambientale incontra la solidarietà. E’ il caso di “Recycle for Africa”, progetto che utilizza i proventi derivanti dalla raccolta differenziata per aiutare i villaggi di paesi come il Kenia e la Tanzania.

L’iniziativa è firmata Provincia di Firenze, azienda il Quadrifoglio, Safi (Servizi ambientali area fiorentina), Aer (Ambiente energia risorse SpA) e consorzio Ato 6 in collaborazione con l' African medical and research foundation (Amref). In particolare, verranno costruite in Kenia aule scolastiche attrezzate, pozzi d'acqua potabile in Tanzania e con la raccolta del legno, si sosterranno i Chokora, i bambini di strada di Nairobi.

“Tutti i rifiuti riciclati in modo differenziato – spiega la provincia - possono essere recuperati e tornare ad essere materie prime, acquistate da un consorzio nazionale di enti, il Conai, che li colloca nuovamente nel ciclo di lavorazione, e il ricavo di questa vendita va a sottrarsi al costo del servizio per i cittadini. Inoltre, la raccolta differenziata riduce rappresenta invece uno dei costi per l’azienda di igiene urbana. Insomma, la differenziata crea una piccola ricchezza nata dal nostro superfluo che può, almeno per una frazione, essere utilizzata anche in progetti di solidarietà da dedicare a persone, popoli e nazioni meno fortunati di noi”.

Non solo raccolta differenziata ma anche sensibilizzazione dei giovani alla cultura del riciclo. Recycle for Africa prevede infatti la realizzazione di tre progetti diretti a coloro tra i 15 e i 30 anni: si va da Metrotrashart, concorso per la migliore opera d'arte realizzata con materiale riciclato dedicato a Net tv vs trash tv, concorso per immagini, video e fotografia, che verranno votate e trasmesse su RTV38 e FirenzeTube. Infine un laboratorio teatrale dal titolo Inferni e paradisi.

Via | Provincia di Firenze

  • shares
  • Mail