Bassi consumi, promesse non mantenute delle auto

consumi dichiarati inferiori ai reali. foto timsamoffTra i consumi reali e quelli dichiarati dalle case automobilistiche ci sono scostamenti che vanno dal 17% fino al 47%, dichiarano i test di Quattroruote ed Auto Bild. Le case pubblicano i dati di test standard, simulando la marcia su speciali rulli per circa 20 minuti: per 780 secondi si misura il consumo urbano, per 400 secondi quello extraurbano; per 10 secondi si fa finta di andare in autostrada a 120 chilometri orari.

Dalle simulazioni mancano le accelerazioni, l'aria condizionata e, in pratica, il mondo reale. Da una parte e' giusto che le simulazioni semplifichino i test, in modo da ottenere risultati confrontabili tra modelli e Paesi diversi, d'altra parte si vede chiaramente che le simulazioni tendono a sottostimare i consumi, in barba agli obbiettivi europei di limitare le emissioni delle auto.

Una Toyota Rav4 consuma il 17% in più del dichiarato, nelle medie di Auto Bild calcolate su 160 km (54 in autostrada + 61 km in aperta campagna + 45 km in città). Una Mercedes G 55 AMG beve il 53%in più, la Toyota Prius 1.5 HSD il 39,5%, la Bravo 1.4 T-Jet 16V il 23,9% in più. La legge tedesca permetterebbe ad un proprietario di rendere al venditore una macchina che consumasse più del 10% rispetto a quanto dichiarato, ma il test (su rulli) costa 3.000 euro, quindi sono in pochi a provarci.

» Auto, è scandalo sui consumi "più alti di quelli dichiarati" su Repubblica

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: