Principato di Monaco: tra Gran Premio di F1, mega-yacht ed estensioni costiere pericolose

La vista sul Principato di Monaco

Montecarlo ha problemi di spazio, ed il principe Alberto ha deciso di costruire in mare un nuovo quartiere, dove potranno risiedere ulteriore persone e relativi conti correnti. Fino ad oggi il piccolo Principato di Monaco, paradiso fiscale, ospita circa 33mila persone e 300mila conti in banca.

Fino alla premiazione del Gran Premio di Formula 1, Montecarlo sarà pieno di persone ed eventi mondani su mega-yacht che assolvono la funzione di "terraferma", d'altronde è il più piccolo al mondo dopo il Vaticano. Il principe Alberto sta vagliando molte proposte ma l'idea di fondo è poco rispettosa dell'ambiente in quanto intende fare un'espansione costiera piuttosto che costruire un'isola in stile piattaforma petrolifera con impatto ambientale ben più contenuto.

Il sito scelto per l'espansione delle coste è a rischio: secondo le dichiarazioni del sovrano non si danneggerebbe nulla visto che (a dir suo) non c'è nulla di interessante. Di parere opposto sono gli ambientalisti della Costa Azzurra, che mettono in allarme sul rischio di perdita di flora e fauna locale. In particolare l'estensione costiera toglierebbe luce preziosa ai coralli della zona compromettendoli definitivamente.

Eppure il principe Alberto ha già fatto molto nel Principato per far rispettare l'ambiente: introduzione del car-sharing, auto-elettriche ed ha istituito una Fondazione ecologica. I migliori architetti sono già all'opera per progettare un quartiere che consuma 10 volte meno di quelli già presenti a Montecarlo: speriamo che quel "nulla di straordinario" (così come è stato definito dai monegaschi) possa esser salvato.

Via | Guardian.co.uk

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: