Impronta ecologica pro capite, Honolulu la città USA più virtuosa

Honolulu dall'alto Honolulu è la città degli Stati Uniti con la minore impronta ecologica pro capite. Lo rileva uno studio del Metropolitan Policy Program del centro studi Brookings. Nel 2005 ammontano a 1,36 tonnellate le emissioni di anidride carbonica per ogni cittadino derivanti dal trasporto e dai consumi residenziali di energia della capitale hawaiana. Seguono Los Angeles (non lo avrei mai detto), Long Beach e Santa Ana con 1,41 tonnellate. Tutte città californiane, per buona pace del governatore Arnold Schwarzenegger. Maglia nera invece a Lexington – Fayette nel Kentucky dove l’impronta ecologica pro capite è di ben 3,46 tonnellate .

In generale sono le città dell’ovest degli Stati Uniti ad essere le più virtuose. Il fiume Mississipi sembra dividere in due il Paese. Ad eccezione per New York che ha sperimentato nel 2005 basse emissioni rispetto alle altre città: la Grande Mela si è infatti guadagnata un terzo posto con 1,50 tonnellate pro capite di anidride carbonica emesse.

Altro dato interessante che emerge dal rapporto è che sono le grandi metropoli a potersi vantare di basse emissioni di CO2. L’emissione di anidride carbonica derivante dal trasporto su gomma nelle principali metropoli USA è cresciuta del 7,5% nel quinquennio 2000-2005. A livello nazionale l’incremento è stato del 9,1%. La popolazione è invece aumentata del 6,3%. Il risultato è stato che l’impronta ecologica pro capite si è sviluppata solo dell1,1%. Il dato USA è stato invece del 2,2%. Anche perché la densità di popolazione, la concentrazione dello sviluppo e il trasporto su rotaia sono maggiori nelle metropoli che nei centri minori.

Le differenze tra le varie città e le varie regioni dipendono inoltre dai diversi mix energetici utilizzati per produrre energia nelle case. Ad esempio, nella valle dell’Ohio e nella regione degli Appalachi si utilizza energia da carbone. Seattle invece dipende molto dalla fonte idroelettrica. Lo studio sottolinea inoltre l’importanza del livello dei prezzi dell’elettricità. Le città con bassa impronta ecologica sono quelle dove accendere la luce costa di più.

Via | Brookings
Foto | Len Langevin

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: