Saranno abbattuti gli ecomostri di Isola Palmaria a Portovenere e Riomaggiore

concreteChissà se possiamo credere alle parole di Burlando quando ha dato l'annuncio dell'abbattimento di due “ecomostri”: Isola Palmaria a Portovenere e Riomaggiore. Sono anni che se ne parla ma le due costruzioni non sembrano aver voglia di cedere. Alla notizia qualcuno avrà tirato un sospiro di sollievo, ma dopo aver letto i conti, c'è da farsi venire il mal di stomaco.

In Italia c'è qualcosa che gira male, tant'è che i due ecomostri vennero regolarmente autorizzati negli anni 60 e 70, con un bel parere favorevole della Soprintendenza. Morale della favola? Calcesrtuzzo a "go go" in "bella" vista per decenni, ed oggi un conto salatissimo da pagare per tutti noi.

Serviranno 2 milioni di euro per abbattere lo scheletro dell'Isola Palmaria a Portovenere più altri

3 milioni e 100 mila euro serviranno ad abbattere il viadotto nel territorio del comune di Riomaggiore, che corre 90 metri sopra il letto del torrente Finale, realizzato a metà negli anni ’60 lungo il percorso della strada che attraversa le Cinque Terre.

Non vorrei esagerare, ma sembra proprio che i cittadini italiani siano proprio nella condizione dei "cornuti e mazziati". Non siete d'accordo anche voi?

Via | Ilsecoloxix.it
Photo | Flickr

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: