Tricastin, nuovo incidente nucleare: 100 operai contaminati dal cobalto 58

E sono quattro. Un nuovo incidente nucleare tocca la Francia e la centrale di Tricastin. Questa volta a farne le spese 100 operai "contaminati leggermente" da cobalto 58, dicono le fonti ufficiali. Già agli inizi del mese a Tricastin si era verificata una fuga di uranio e la contaminazione delle acque. Mentre altri due incidenti nucleari qualche giorno dopo hanno riguardato la centrale di Romans sur Isere e Saint Alban con 15 operai contaminati.

Ieri alla centrale di Tricastin il secondo incidente causato da una perdita di cobalto 58 che ha coinvolto 100 dipendenti .

La fuga del materiale nucleare è avvenuta quando, per manutenzione, un tubo è stato aperto e la polvere radioattiva è venuta fuori. Per l'ASN (Autorité de sureté nucleaire) la fuga di cobalto 58 (che viene usato nei reattori nucleari) non costituisce un pericolo per la salute degli operai e ha classificato l'accaduto con zero.

E tutti i dipendenti sono stati accompagnati in un centro medico per una visita al fine di rilevare anche la più piccola traccia di contaminazione: 39 persone sono risultate contaminate al di sotto della soglia di guardia, mentre in altre 61 sono state rilevate piccole tracce di elementi radioattivi 40 volte al di sotto dei limiti.
E EDF la società che gestisce l'impianto ha dichiarato:

Condurremo delle indagini per determinare la causa di questo evento che non ha alcuna conseguenza né sulla salute delle persone né per l'ambiente .

Ma secondo l'associazione Sortir du nucléaire:

Contrariamente a quanto sostengono le fonti e cioè che questi incidenti non sono pericolosi, ricordiamo che dal 1990 la Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni (ICRP) ha ammesso che ogni dose di radiazione contiene un rischio cancerogeno e genetico.

Via| Le Monde

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: