Crisi del settore trasporti: a lamentarsi l'industria dell'asfalto

Problemi per gli appalti pubblici e i lavori sulle strade. Foto di visualpanicSe per le autovetture la dipendenza del petrolio potrebbe essere risolta, per il settore dei trasporti sembrano esserci ancora molte perplessità. È di qualche giorno fa, infatti, la notizia che gli "asfaltatori" siano in vera crisi a seguito dell'aumentato prezzo del petrolio che incide non solo sul combustibile ma anche sulle sostanze bituminose utilizzate per le strade.

Ecco che, quindi, la categoria potrebbe andare incontro ad uno stop forzato se il Governo non provvedesse a calmierare i prezzi dell'oro nero e dei suoi derivati. Il rischio è la paralisi di tutte le gare d'appalto e delle operazioni in essere di rifacimento o di creazione del manto stradale.

Oltre ovviamente a non vedere un lieto fine per la Salerno-Reggio Calabria, ci sarebbero altre questioni che effettivamente spiazzano un po' tutti: e le auto elettriche su cosa le facciamo girare? Pensare ad un sistema di trasporto alternativo sembra irrealizzabile in quanto sarebbe necessario partire da zero. È difficile comprendere appieno in che modo ed in che dimensione il petrolio pervada la nostra "civiltà".

Via | Adnkronos
Foto | visualpanic

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: