Si sfrutta anche il letame suino

maialiBuone notizie dal campo delle bioenergie: il letame suino è un'importante fonte di biogas. Questo gas produce energia per la rete elettrica nazionale, il teleriscaldamento o il riuso nelle stesse aziende agricole. Inoltre i resti della trasformazione diventano un sottoprodotto che può essere impiegato come compost per concimare o come fertilizzante agricolo, grazie all'azoto contenuto.

Esempi di utilizzo di questa fonte li troviamo in Veneto, dove sono già presenti 20 impianti a biogas, per un totale di 23 milioni di tonnellate all'anno di biomassa di cui 6,5 milioni solo di liquame, che producono quasi 45 milioni di metri cubi di biogas e una potenzialità degli impianti che supera i 15,5 MegaWatt elettrici.

Secondo gli esperti di Veneto Agricoltura affinché questo tipo di bioenergia sia ampiamente utilizzato sono necessari investimenti e leggi che consentano una semplificazione burocratica finalizzata a incrementare questo approccio alternativo all'approvvigionamento energetico, anche per le piccole aziende agricole.

Via | Ansa.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: