L’ONU raccomanda un abbigliamento sostenibile

Palazzo di vetroL’ONU ha raccomandato che i suoi dipendenti mettano da parte giacca e cravatta ed utilizzino abiti che meglio si adattano al nuovo piano di risparmio energetico che sarà attuato nella sede centrale.

L'iniziativa è chiamata “Cool UN” e rientra in un progetto ben più ampio di trasformazione del palazzo di vetro in un modello di modernità e sostenibilità ecologica. Per far fronte all’aumento della temperatura estiva e al conseguente utilizzo dell’aria condizionata nella sede dell’ONU il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, ha autorizzato una “riduzione” dell’abbigliamento per i quasi 5.000 dipendenti in modo che possano essere meglio sopportate le alte temperature.

L'ONU stima che la diminuzione del consumo di aria condizionata ridurrà di circa 100.000 dollari la bolletta energetica degli edifici ed eviterà l'emissione di 300 tonnellate di anidride carbonica. Nella sede si sta quindi lanciando la moda dell’abbigliamento sostenibile, che bada più alla sostanza che alla forma.

Michael Adlerstein, responsabile del progetto dell’ONU, ha detto che l'iniziativa, qualora mostrasse buoni risultati, potrebbe essere applicata anche durante i freddi mesi invernali. In questo caso la raccomandazione sarebbe naturalmente quella di indossare abiti che mantengano meglio il calore corporeo.

L'ONU - ha concluso lo stesso Adlerstein in una dichiarazione - ricorda che i partecipanti, già durante la conferenza internazionale sui cambiamenti climatici svoltasi la scorsa estate nella calda isola di Bali, decise di adottare un abbigliamento più appropriato al clima tropicale.

Via | Elmundo.es

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: