Certificazioni energetiche LEED

leedLa storia è sempre la stessa: con il petrolio alle stelle cresce sempre più la percentuale di persone che optano per il miglioramento dell’efficienza energetica nelle proprie abitazioni.

Tuttavia, nonostante questo trend positivo (come già abbiamo avuto modo di leggere su
Ecoblog
), il governo italiano non sembra voglia cavalcare quest’onda, tanto che (notizia di questi giorni) ha ridotto gli obblighi relativi alle certificazioni energetiche nelle abitazioni. Nonostante questo, fra le istituzioni pubbliche, c’è chi va decisamente controtendenza. Parliamo della Regione del Trentino Alto Adige dove è stato recentemente lanciato un sistema di certificazione internazionale chiamato LEED (Leadership in Energy and Environmental Design).

Questo sistema ha la particolarità di avere degli standard di eccellenza talmente flessibili da poter essere applicati a qualsiasi tipo di abitazione. Il sistema LEED, sviluppato dall'associazione americana Green Building Council, è in sostanza una griglia di valutazione in 69 crediti a loro volta suddivisi in 6 categorie, così come viene riassunto qui di seguito: siti sostenibili, gestione delle acque, energia ed atmosfera, materiali e risorse, qualità ambientale interna, progettazione ed innovazione.

L'obiettivo è fornire un riconoscimento di qualità in 4 livelli ("certified", "silver", "gold" e "platinum") a tutti quegli edifici che garantiscono, con un aumento dei costi contenuto (in media +3% rispetto ad un cantiere “convenzionale”), un “ciclo vitale” in grado di limitare al massimo l'impatto con l'ambiente ed il consumo di energia. La differenza, poi, la fa il mercato: un edificio certificato LEED vede crescere il proprio valore fino al 7,5%. Il sistema sarebbe addirittura diffuso in 41 Paesi.

L’assessore alla Programmazione della Provincia di Trento, Gianluca Salvatori , spiega che questo nuovo sistema di certificazione non varrà solamente per le case, ma sarà esteso anche ad altre strutture, tra cui una ventina di scuole che verranno costruite nella provincia. La gente, continua Salvatori, è alla ricerca, nel momento in cui decide di investire nel mercato edilizio, di un valore aggiunto che si mantenga nel tempo. Questo, conclude Salvatori, potrebbe rivelarsi come sistema capace di dare importanti risposte in questo senso.

Via | Corriere.it

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: