Cani: obbligatori microchip e anagrafe contro randagismo e abbandono estivo

Microchip e anagrafe canina obbligatoria per tutti i cani Con un ordinanza urgente approvata oggi, Francesca Martini sottosegretario al Ministero della Salute obbliga tutti i proprietari di cani ad adottare per i loro animali il microchip e l' iscrizione all’anagrafe canina.

E la responsabilità dell'adozione e del rispetto del provvedimento ricade sui sindaci che devono anche impedire che siano venduti cuccioli al di sotto dei due mesi.

L'obiettivo del sottosegretario è identificare e registrare la popolazione canina e il microchip dovrà essere applicato al cane da un veterinario che contestualmente provvederà a iscriverlo all'anagrafe canina e il certificato lo accompagnerà in tutti i trasferimenti di proprietà.

Avranno il microchip identificativo e la registrazione all'anagrafe anche i cani catturati sul territorio e quelli che si trovano nei rifugi o in strutture convenzionate, il cui responsabile è il sindaco che dovrà dotare la polizia municipale di almeno un dispositivo di lettura del dispositico elettronico, entro 30 giorni dall'entrata in vigore dell'iniziativa.

L'ordinanza urgente, secondo il sottosegretario Martini servirà a rendere l'applicazione dei dispositivi elettronici uniforme su tutto il territorio nazionale e i microchip da usare saranno quelli prodotti e commercializzati da aziende registrate presso il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali a cui sarà assegnata una sequenza numerica di riconoscimento per garantire la rintracciabilità dei prodotti venduti.

Via | Agi, Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: